info@parrocchiaspiritosantoeur.it

Antonio Rosmini


 La Parrocchia Spirito Santo
alla Ferratella è affidata dalla Diocesi di Roma all'Istituto della Carità fondato da Antonio Rosmini
 
Il fondatore, fu secondogenito di Pier Modesto e di Giovanna dei Conti Formenti di Biacesa in Valle di Ledro, e al momento della sua nascita avvenuta il 24 marzo 1797, Rovereto faceva parte del dominio delle forze napoleoniche, che l'avevano strappato all'Impero asburgico
In quegli anni il Trentino fu terra di confine ora Tirolese -Tirolo italiano- ora appartenente al regno d'Italia, con capitale Milano.
 
Della sua nascita, Rosmini renderà sempre grazie a Dio poiché «Egli la fece coincidere con la vigilia della Beata Maria Vergine Annunziata». Viveva con sua sorella maggiore Margherita, entrata nelle Suore di Canossa, e con suo fratello più piccolo, Giuseppe. Rosmini, terminato l'Imperial Regio Ginnasio di Rovereto, al tempo città della Contea del Tirolo, compì gli studi giuridici e teologici presso l'Università di Padova e ricevette a Chioggia, il 21 aprile 1821l'ordinazione sacerdotale. Iniziò a mostrare una profonda inclinazione per gli studi filosofici, incoraggiato in tal senso da papa Pio VII
Dal 1826 si trasferì a Milano dove strinse un profondo rapporto d'amicizia con Alessandro Manzoni che di lui ebbe a dire: «è una delle sei o sette intelligenze che più onorano l'umanità». Manzoni assistette Rosmini sul letto di morte, da cui trasse il testamento spirituale "Adorare, Tacere, Gioire". Gli scritti di Antonio Rosmini destarono l'ammirazione, tra gli altri, anche di Giovanni Stefani, Niccolò Tommaseo e Vincenzo Gioberti dei quali pure divenne amico.
Nel 1828, dopo aver dovuto lasciare il Trentino, per motivi di forte ostilità incontrati da parte del principe vescovo di Trento, il beato Giovanni Nepomuceno de Tschiderer, per le sue posizioni, fondò al Sacro Monte Calvario di Domodossola la congregazione religiosa dell'Istituto della Carità, detta dei "Rosminiani". Le Costituzioni della nuova famiglia religiosa, contenute in un libro che curò per tutta la vita, furono approvate da papa Gregorio XVI nel 1839.
A Borgomanero svolge la sua attività di insegnamento e di guida spirituale in un collegio rosminiano, il "Collegio Rosmini", regolato dalla Congregazione delle Suore della Provvidenza Rosminiane.
 
Nel 1848 svolse una missione diplomatica per conto del Re di Sardegna Carlo Alberto presso la Santa Sede.
 
Rosmini è sepolto all'interno del Santuario del SS. Crocifisso di Stresa. Nella stessa chiesa si trovano le spoglie di Clemente Rebora.
 
 


 

      Domenica 24 Giugno 2018
     andrà in vigore l'orario estivo delle Sante Messe:


     nei giorni FERIALI: alle ore 19:00 
     
       la
PRE-FESTIVA: alle ore 19:00


       nei giorni FESTIVI e la DOMENICA: alle ore 9:00 - 11:00 - 19:00.

      Da lunedì a Venerdì alle ore18,15 il S. Rosario segue la recita del Vespro.

      Il Sabato e la Domenica il S. Rosario alle ore 18,30.